I dialetti di tutti i 121 comuni della provincia di Roma nel libro di Vincenzo Luciani


Il volume che sarà presentato l’11 giugno 2011 riepiloga e conclude un'indagine avviata nel 2005

 

Dialetto e poesia nei 121 comuni della provincia di Roma di Vincenzo Luciani, il libro riepilogativo di un’indagine avviata nel 2005, sarà presentato l’11 giugno 2011 alle ore 17 in via Roberto Lepetit 86 a Roma Tor Tre Teste presso il Centro culturale da Franco Onorati del Centro Studi G. Gioachino Belli.
Interverranno i consiglieri provinciali Pino Battaglia e Roberta Agostini.
 
Ai partecipanti alla presentazione sarà offerto in omaggio il libro.
 
Nell’ultima fatica di Luciani sono trattati più diffusamente 15 comuni che non lo erano stati ancora (Fonte Nuova, Guidonia Montecelio, Labico, Mentana, Montelibretti, Monterotondo, Nerola, Sant’Angelo Romano) oppure lo erano stati in maniera parziale (Civitavecchia, Marcellina, Palombara Sabina, San Polo dei Cavalieri, Rocca Canterano, Olevano Romano, Artena).
 
L’intera ricerca si era articolata in altri cinque volumi, che avevano per oggetto le singole subaree della provincia di Roma: il primo di Cosma Siani  nel 2005,  Poesia e dialetto nella Provincia di Roma (Civitavecchia - Periferia urbana - Monti Lucretili), il secondo e il terzo di Vincenzo Luciani, rispettivamente: Le parole recuperate. Poesia e dialetto nei Monti Prenestini  e Lepini (2007) e Dialetto e poesia nella Valle dell’Aniene (2008), il quarto e quinto di Vincenzo Luciani e Riccardo Faiella: Le parole salvate. Dialetto e poesia nella provincia di Roma: Litorale nord, Tuscia Romana, Valle del Tevere (2009), e Castelli Romani - Litorale sud (2010).
Vincenzo Luciani che ha guidato e seguito dal suo nascere la difficile indagine ed è autore anche del sesto volume conclusivo, sottolinea con orgoglio: “La provincia di Roma è la prima e l'unica in Italia che ha avuto la ventura di studiare i dialetti di tutti i suoi comuni. L'importante risultato di aver studiato e fissato lo stato dell’arte del dialetto e della poesia in tutti i 121 comuni è stato possibile grazie al cofinanziamento (modesto, ma comunque determinante) della Provincia di Roma che ha contribuito in maniera decisiva insieme all'impegno volontario del Centro di documentazione della poesia dialettale italiana Vincenzo Scarpellino che ha sede presso la biblioteca comunale Gianni Rodari a Tor Tre Teste”.
 
“Un ringraziamento particolare - prosegue Luciani - va al prof. Ugo Vignuzzi dell’Università di Roma “La Sapienza”, fondamentale guida in questa esplorazione e naturalmente al prof. Cosma Siani e, in particolare, a Riccardo Faiella che hanno condiviso con me questa straordinaria avventura. Grazie, infine, a tutti i collaboratori, appassionati delle lingue locali, che hanno fornito il loro generoso e disinteressato apporto per la redazione di quest’opera, su carta e on line, la prima nel genere in Italia, che crea le premesse per nuovi e più approfonditi studi sulla poesia e sul dialetto dei nostri comuni”.
 
I dialetti e la poesia dei singoli comuni di tutte le aree della provincia di Roma, già pubblicati in volume e/o che presentano aggiornamenti rispetto a quanto pubblicato nei volumi citati da Edizioni Cofine dal 2005 al 2010, sono ora presenti nelle schede dei singoli centri sul sito www.poetidelparco.it., in cui ci sono tutti i riferimenti per lo studio dei testi dialettali reperiti fino ad oggi. La ricerca continuerà, d’ora in avanti, ad essere continuamente aggiornata, comune per comune, sul sito www.poetidelparco.it/9_476_Dialetti-nei-121-comuni-della-provincia-di-Roma.html
 
 
IL LIBRO
Conclude l’indagine avviata nel 2005 sulle tipologie dei testi dialettali dei 121 comuni della Provincia di Roma (vocabolari, proverbi e modi di dire, toponimi e soprannomi, canti, filastrocche, giochi, gastronomia, teatro, racconti e poesie) e fornisce un riepilogo sintetico dei risultati conseguiti in ogni centro.
Contiene pure l’esito della ricerca dei testi dialettali di 8 comuni finora non indagati (Fonte Nuova, Guidonia Montecelio, Mentana, Montelibretti, Monterotondo, Sant’Angelo Romano, Nerola, Labico) .
Offre inoltre il completamento e l’aggiornamento di altri 7 comuni (Civitavecchia, Marcellina, Palombara Sabina, S. Polo dei Cavalieri, Rocca Canterano, Olevano Romano, Artena).
Nella sezione antologica sono presenti i testi di 17 poeti antologizzati sui 70 censiti. Di tutti gli autori citati si forniscono in appendice cenni biobibliografici.
 
VINCENZO LUCIANI nato nel 1946 a Ischitella nel Gargano, dal 1975 vive a Roma dove dirige il mensile Abitare A. è fondatore dell’Associazione e della rivista di poesia Periferie. Dirige il Centro di documentazione della poesia dialettale “V. Scarpellino”. Ha pubblicato le raccolte di poesia: Il paese e Torino, (Salemi, 1985); per le Edizioni Cofine: I frutte cirve (1986), Frutte cirve e ammature (2001), Tor Tre Teste ed altre poesie: 1968-2005 (2005), e le ricerche: La regione invisibile (con Silvia Graziotti, 2005); Le parole recuperate. Poesia e dialetto nei Monti Prenestini e Lepini (2007); Dialetto e poesia nella Valle dell’Aniene (2008) e, con Riccardo Faiella, Le parole salvate. Dialetto e poesia nella nella provincia di Roma: Litorale nord - Tuscia romana - Valle del Tevere (2009) e Castelli Romani e Litorale sud. Dialetto e poesia nella provincia di Roma (2010)