Letteratura del Novecento in Puglia


Il bibro a cura di Ettore Catalano sarą presentato a Roma il 22 gennaio 2010

Presso la Biblioteca San Marco Evangelista in Agro Laurentino - via Fratelli Reiss Romoli, 29 a Roma, il 28 gennaio 2010 alle ore 18,30 Rino Caputo e Cosma Siani presenteranno il volume Letteratura del Novecento in Puglia: 1970-2008, a cura di Ettore Catalano (Bari, Progedit, 2009, pp.548, euro 40). Interverrà il poeta Vincenzo Luciani. Anna Maria Curci e Alessandro Senzameno leggeranno pagine di autori pugliesi.
IL LIBRO
Costituisce un’aggiornata ricerca sulla produzione letteraria pugliese dal 1970 al 2008 - frutto di un lavoro condotto da studiosi di tutte le università pugliesi e da critici militanti, coordinato dal prof. Catalano - e affronta, con un lavoro sul campo di notevoli dimensioni, la minuziosa analisi delle realtà territoriali - dalla Capitanata alla Terra di Bari, dall’Alto Salento brindisino al Salento leccese e alla provincia ionica -, in una prospettiva che passa in rassegna riviste, gruppi intellettuali, poeti, narratori, uomini di spettacolo, la letteratura “contaminata” dei pugliesi all’estero, l’evoluzione della lingua e dei dialetti, incrociando tali dati nella direzione di un complessivo processo di ricerca di una nuova, plurale identità, non priva neppure di oggettive contraddizioni e arretratezze. Con “l’esercizio letterario” questa regione diventa laboratorio attivo e dinamico in cui maturano ricerche e progetti ormai dislocati su un piano nazionale, in un incontro sinergico con le civiltà dei popoli del bacino mediterraneo, nel segno comune della pace e del reciproco rispetto multiculturale e interetnico.
Per dare un’idea meno approssimativa del volume ecco i titoli del sommario e dei rispettivi autori: Introduzione. La tradizione letteraria pugliese dall’autoreferenzialità penitenziale alla saggezza etica di Ettore Catalano; I. Tradizioni e ricerca del nuovo nella letteratura in Puglia di Ettore Catalano; II. La diffusione della cultura in Terra di Bari di Maria Beatrice Pagliara; III. L’italiano oggi. Resistenze e innovazioni nel repertorio dell’italiano contemporaneo di Immacolata Tempesta; IV. Poeti in Capitanata di Sergio D’Amaro; V. La scrittura narrativa in Capitanata di Lea Durante; VI. La poesia in Terra di Bari di Daniele Maria Pegorari; VII. La narrativa in Terra di Bari di Vanna Zaccaro; VIII. Il teatro dalla comunità al consumo di Tina Achilli; IX. La scrittura letteraria nell’Alto Salento: narrativa, teatro e poesia in Terra di Brindisi di Ettore Catalano; X. Poeti in Terra di Brindisi dagli anni Ottanta a oggi di Anna De Macina; XI. La poesia dialettale contemporanea in Terra brindisina di Mimmo Tardio; XII. Sei poeti salentini di Donato Valli; XIII. Le riviste letterarie, i fogli di poesia, i gruppi a Lecce e in provincia di Antonio Lucio Giannone; XIV. La narrativa a Lecce e in provincia di Maria Ginevra Barone e Fabio Moliterni; XV. Momenti e figure della letteratura a Taranto di Leonardo Sebastio; XVI. Sud «moderno» e sguardo anglosassone: la Puglia non letteraria di Henry Vollan Morton e Paul Theroux di Luigi Cazzato; XVII. Gli autori pugliesi all’estero di Cosma Siani; XVIII. Pugliesi brava gente: cinema e set in Puglia di Anton Giulio Mancino; XIX. L’editoria libraria in Puglia. Schede informative di Pasqua Gasparro, Luigia Marino, Maria Elena Palmisano.
Il Curatore
Ettore Catalano (Bari 1946), ordinario di Letteratura Italiana nell'Università di Bari, dopo essersi occupato della letteratura italiana degli anni Trenta-Cinquanta (Pavese e Vittorini) e dell'opera teatrale e letteraria di Luigi Pirandello, negli ultimi anni ha pubblicato i volumi: Foscolo "Tragico" (2000), Le trame occulte (2002), Il dialogo comunicante nell'opera di Raffaele Nigro (2002), Il carro di Tespi e la barca d'Acheronte (2004), Raccontare con dolcezza e tempestosità (2004), La saggezza della letteratura (2005), oltre che articoli su riviste e studi miscellanei. Per l'editore Giuseppe Laterza dirige una collana di saggistica. Svolge intensa attività di operatore teatrale, in qualità di drammaturgo (ultimo suo lavoro, nel 2006, la riscrittura drammaturgica del Berretto a sonagli per la Compagnia di Flavio Bucci e la regia di Nucci Ladogana) e di regista (ha allestito per la stagione 2007 col Teatro Abeliano Ulisse il narratore, spettacolo tratto dall'Odissea) e collabora con le più importanti formazioni professionistiche pugliesi. Per i nostri tipi, ha pubblicato La metafora e l'iperbole. Studi su vittorini (2007).
I curatori: Tina Achilli (Università di Bari), Maria Ginevra Barone (Università del Salento), Ettore Catalano (Università di Bari), Luigi Cazzato (Università di Bari), Sergio D'Amaro (docente Scuole Superiori), Anna De Macina (Università di Bari), Lea Durante (Università di Bari), Pasqua Gasparro (dottoranda Università di Bari), Antonio Lucio Giannone (Università del Salento), Anton Giulio Mancino (Università di Bari), Luigia Marino (dottoranda Università di Bari), Fabio Moliterni (Ricercatore Università del Salento), Maria Beatrice Pagliara (Università di Bari), Maria Elena Palmisano (dottoranda Università di Bari), Daniele Maria Pegorari (Università di Bari), Leonardo Sebastio (Università di Bari), Cosma Siani (Università di Cassino), Mimmo Tardio (docente Scuole Superiori), Immacolata Tempesta (Università del Salento), Donato Valli (prof. Emerito Università del Salento), Vanna Zaccaro (Università di Bari).