Maurizio Noris finalista al Laurentum con poesia su Ischitella


Il poeta bergamasco ha vinto il premio Ischitella-Pietro Gainnone 2008

05-12-2009 - Maurizio Noris, vincitore nel 2008 del Premio di poesia in dialetto Ischitella-Pietro Giannone, è nella terzina dei finalisti del prestigioso Premio nazionale Laurentum 2009 (che ha sede nella Capitale). La vera notizia è però che la poesia premiata è quella che il poeta bergamasco aveva dedicato ad Ischitella.
“Sono straordinariamente felice - ha commentato l’assessore alla Cultura di Ischitella Anna Maria Agricola - che un poeta bergamasco della Val Seriana sia entrato nella terzina dei finalisti del Premio Laurentum che è un premio antico e di un certo prestigio con una bella poesia dedicata al nostro paese. E questo ci ripaga dei nostri sforzi per far conoscere attraverso la poesia Ischitella e il nostro Gargano”.
Ecco il testo della poesia vincitrice.


I üliv e ‘l mar
(dintùregn de Ischitèla)

I gh’à ‘l püdùr
di ècc
i üliv.
I sbiasüga a bassa us
desfürtunàde stòrie de surtìda
e i sgrana
co la passiènsa lènta
del vènt,
érde noéne de rosare
sènsa sguarsègn
gne müìda.

I sènte
‘n di nòcc
presunére,
co i ghéde sbrendelàde
i trida arsèle e fadìga
sö l’oradél di roére
e ö celèst
che par ligéra biìda
l’sa fa tiòlo
sura ö mar
besénfe
che del cél
no l’è che la ferìda.

L’ par sèmper d’impruìs,
a la dé,
ol sentér di préde
e l’imbràss
ferùs
de la sgürlìda.



GLI OLIVI E IL MARE (Dintorni d’Ischitella) Hanno il pudore / dei vecchi / gli ulivi. / Biascicano a bassa voce / sfortunate storie di sorgente / e sgranano / con la pazienza lenta / del vento, / verdi novene di rosari / senza smorfia / né mossa. // Li sento / nelle notti / prigioniere, / con i ventri sbrindellati / triturano conchiglie e fatica / sull’orlo degli smottamenti / e un celeste / che par leggera bevuta / si fa ittiolo / sopra un mare / tumido / che del cielo / non è che la ferita. // Pare sempre d’improvviso, / all’alba, / il sentiero dei sassi / e l’abbraccio / ferroso / della scossa.