Due giornate pił una per Achille Serrao


Il 19, 20 e 22 ottobre a Roma presso la Biblioteca G. Rodari e l'Atelier Centodue

Saranno due (più una) le giornate dedicate quest’anno ad Achille Serrao (1936-2012) nella ricorrenza delle date della scomparsa (il 19 ottobre) e della nascita (20 ottobre) del grande poeta.

 

Giovedì 19 ottobre 2017 ore 17-19, presso la Sala "Achille Serrao" della Biblioteca Gianni Rodari in via Tovaglieri 237/a, a Tor Tre Teste, il prof. Mario Melis terrà una conferenza sul tema: “Achille Serrao e Ferdinando Falco: due poeti di Periferie”.

Interverranno Manuel Cohen e Vincenzo Luciani

Serena Damiani e Marco Tullio Dentale leggeranno testi di Achille Serrao

Partecipazione di "Le Cantastorie" (laboratorio di narrazione e teatro diretto da Serena Damiani) con Marisa Basilici, Mirella Basilici, Rosa Bucchieri, Lucilla Carboni, Carmela Ciampi, Gemma Damiani, Carla Montesano)

Brani musicali a cura del "Coro & Memoria", gruppo corale costituito per l'occasione dagli amici e diretto da Paula Gallardo. per ricordare gli spettacoli "E mo' comme 'na vota" e "Ce risemo" realizzati insieme al poeta Achille Serrao.

 

Venerdì 20 ottobre dalle ore 18.00 presso Atelier Centodue, via Laparelli 100, a Torpignattara, a cura del Centro Studi Achille Serrao si terrà un reading dal titolo “Per Achille”. Protagonisti poeti amici che leggeranno loro testi editi ed inediti.

Brani musicali di Roxana Ene, con accompagnamento alla chitarra di Franco Pietropaoli

In conclusione: aperitivo con diversi ospiti.

 

Domenica 22 ottobre ore 17.30 all’Atelier Centodue, via Laparelli 100, a cura del Centro Studi Achille Serrao: "Cinema-Napoli" Visione di alcuni frammenti tratti da "La Gatta Cenerentola" di R. De Simone. Infine a cura di Maria Luisa Incollingo, presentazione, dibattito, commenti su "Lo cunto de li cunti overo lo trattenemiento de peccerille" raccolta di 50 fiabe in lingua napoletana scritte da Giambattista Basile, edite fra il 1634 e il 1636 a Napoli. L'opera, nota anche col titolo di Pentamerone, è costituita da 50 fiabe, raccontate da 10 novellatrici in 5 giorni