Da Pensieri nello scrigno di Fabio Strinati


Scelta di poesie a cura di Maurizio Rossi

Fabio Strinati (poeta, scrittore, aforista pianista e compositore) nasce a San Severino Marche il 19/01/1983 e vive ad Esanatoglia, un paesino della provincia di Macerata nelle Marche. Molto importante per la sua formazione, l'incontro con il pianista Fabrizio Ottaviucci. Nell'ottobre del 2014 pubblica il suo primo libro di poesie dal titolo Pensieri nello scrigno. Nelle spighe di grano è il ritmo. Raccolta di poesie pubblicata con la Casa Editrice ed Associazione Culturale Il Foglio Letterario, che ha, come suo direttore, lo scrittore italiano Gordiano Lupi. Nel mese di novembre del 2015, esce il suo secondo libro di poesia, dal titolo Un’allodola ai bordi del pozzo.
Nel novembre del 2016 esce il suo terzo libro, Dal proprio nido alla vita. Un poemetto ispirato a un romanzo di Gordiano Lupi, “Miracolo a Piombino”, presentato anche al Premio Strega.
 
Da Pensieri nello scrigno, Ed. Il Foglio, Poesia, 2014, la sua opera prima scegliamo le poesie che seguono
 
 
Morte n. 3
 
La morte è lì,
sull’uscio elucubra e contempla,
la morte è qui,
convivenza.
 
 
Tristezza n. 1
 
La tristezza non bussa,
 
è lì già dal mattino
come sui prati la brina
 
 
Il bacio n. 1
 
Il bacio irradia
nel mondo salvifica musica
quel dondolo intimo
di prezioso il sogno
l’argomento ancestrale
 
 
Mattino d’Agosto 2014
 
Una consuetudine immemore
porge la carezza una ormai
dimenticata mela,
solenne respira la sera
con linda destrezza
una letizia la rugiada
del mattino,
serve la sua mensa
l’acculturato contadino
appena la campagna
quel po’ d’eco
l’unica la sola
testimonianza
 
 
L’Amore
 
...come la prossima
primavera esplode
piange il fiore sfiorato
dagli dèi quel suo esile
suono d’arpa il pianto
dell’amore
 
 Scelta di poesie a cura di Maurizio Rossi
 
Pubblicato 8 Marzo 2017