'U vizzje a morte' di Assunta Finiguerra presentato al Chiostro dei Domenicani


Presso la Sala dei Papi in piazza della Minerva a Roma

Nella splendida cornice del Chiostro dei Domenicani alla Minerva, a Roma, mercoledì 20 aprile 2016 alle ore 18, nella la Sala dei Papi, è stato presentato il libro postumo di ASSUNTA FINIGUERRA U vizzje a morte (Il vizio della morte (Poesie in dialetto di San Fele: 1997 - 2004, Edizioni Cofine).

Sono intervenuti: i poeti e critici Roberto Pagan e Rosangela Zoppi, curatori dell’opera; il Presidente del Centro Studi Lucani nel Mondo Antonio Pilieri; l’editore Vincenzo Luciani.

Vincenzo Luciani  ha introdotto la presentazione ricordando il suo incontro con Assunta Finiguerra ad Ischitella nel 2004, in occasione della premiazione del Concorso Città di Ischitella - Pietro Giannone, durante il quale la poetessa di San Fele aveva letto sue poesie sul sagrato della Chiesa Sant'Eustachio, assieme ad altri poeti di varie regioni d'Italia.

Rosangela Zoppi, dopo aver parlato del suo rapporto d'amicizia con Assunta Finiguerra negli ultimi anni di vita della poetessa lucana, ha ripercorso alcuni periodi della sua vita di donna forte e determinata, ma anche molto sensibile. Assieme a Roberto Pagan ha poi letto alcune poesie tratte dal libro che hanno permesso agli intervenuti di apprezzare la musicalità, la forza e la carnalità della poetica di Assunta.

Foto: 1- Ala del chiostro dei Domenicani; 2- (da sinistra) Antonio Pilieri, Rosangela Zoppi, Roberto Pagan, Vincenzo Luciani

Roma, 21 aprile 2016